I neuroni maschili che danno priorità al sesso

di -
I neuroni maschili che danno priorità al sesso

Gli studi sulle basi biologiche (neuronali, ormonali, ecc.) del comportamento sessuale sono in rapida evoluzione e cominciano ad essere chiari alcuni meccanismi che regolano la sessualità umana.

Spesso alcune scoperte sulla biologia della sessualità umana sono precedute da scoperte su altri organismi viventi.

In una ricerca condotta presso il UCL and Albert Einstein College of Medicine, e recentemente pubblicata sulla rivista scientifica Nature, è emerso che i maschi della specie Caenorhabditis elegans (un piccolo invertebrato che per le sue caratteristiche anatomiche è molto studiato da genetisti e biologi) sono presenti alcuni neuroni responsabili della memorizzazione delle esperienze sessuali che inducono l’animale a dare la priorità al sesso rispetto ad altri bisogni biologici (ad esempio, il bisogno di mangiare e nutrirsi).

La femmina della stessa specie, quando messa di fronte alla scelta tra soddisfare i bisogni sessuali e i bisogni alimentari, sceglie di soddisfare quelli alimentari.

Nel maschio accade esattamente il contrario: i bisogni sessuali sono prioritari rispetto a quelli alimentari e ciò sarebbe la conseguenza dell’attività di alcuni specifici neuroni presenti solo nel maschio.

I ricercatori che hanno diretto la ricerca, la Prof.ssa Arantza Barrios e il Prof. Richard Poole, ritengono che un’analoga differenza potrebbe esistere anche tra maschi e femmine della specie umana.

Sono però necessari ulteriori studi e ulteriori ricerche per verificare se anche nel cervello dei maschi della specie umana sono presenti specifici neuroni che danno priorità al sesso.

Inoltre si dovrà tener conto del fatto che negli esseri umani la sessualità è regolata, oltre che da fattori biologici, anche da fattori psicologici, psicosociali e culturali.