La cultura in cui viviamo influenza la nostra autostima?

Lo sviluppo dell’autostima può essere influenzato da diversi fattori.

Negli ultimi 20 anni, in psicologia, una corrente di ricerca si è focalizzata sullo studio delle differenze di autostima legate al genere e all’età.

La ricerca ha mostrato che in media gli uomini hanno un’autostima maggiore delle donne e che per entrambi i sessi l’autostima tende ad aumentare con l’età.

Un limite di questi studi è stato quello di aver utilizzato campioni di persone provenienti esclusivamente da paesi occidentali: nazioni maggiormente istruite, industrializzate, ricche e democratiche rispetto ai paesi in via di sviluppo.

Ti può interessare anche: La nostra autostima si forma a 5 anni?

L’autostima nelle donne

La cultura in cui viviamo influenza la nostra autostima?

Così un gruppo di ricercatori dell’Università della California ha deciso di compiere, per la prima volta, un’analisi sistematica cross-culturale degli effetti del genere e dell’età sull’autostima.

Il team di ricercatori, guidato dalla psicologa Wiebke Bleidorn, ha analizzato le risposte ad un sondaggio condotto su più di 985.000 uomini e donne, di età compresa fra i 16 e i 45 anni e appartenenti a 48 paesi diversi. I dati sono stati raccolti in un arco temporale di 10 anni.

I risultati della ricerca, pubblicati sul Journal of Personality and Social Psychology, hanno messo in luce degli aspetti molto interessanti.

Primo fra tutti quello che nelle nazioni sviluppate, ricche e individualiste, dove c’è una maggiore parità fra i sessi, il dislivello di autostima fra donne e uomini è più ampio di quello registrato in nazioni più povere, dove le disuguaglianze fra i sessi sono maggiori, e la cultura è generalmente di tipo collettivista.

In altre parole, nei paesi occidentali le donne hanno un livello di autostima mediamente e proporzionalmente più basso di quello delle donne non occidentali rispetto agli uomini della rispettiva cultura.

I risultati hanno anche confermato che sia nelle culture non occidentali che in quelle occidentali, gli uomini hanno un livello di autostima mediamente superiore a quello delle donne e che l’autostima in entrambi i sessi sembra aumentare con l’età.

Meccanismi universali e cultura

In generale, i risultati sembrano indicare che i diversi livelli di autostima riscontrati in uomini e donne e in fasi diverse della vita dipendano in parte da meccanismi universali, legati alla biologia e ai ruoli di genere, e in parte da influenze culturali specifiche che portano uomini e donne a percepire un livello diverso del proprio valore.

Ulteriori approfondimenti saranno necessari per capire con esattezza i processi attraverso cui le forze culturali influenzano lo sviluppo dell’autostima, e per permettere agli psicologi di progettare interventi per promuoverla o proteggerla.